.st0{fill:#FFFFFF;}

In che modo lo smart money condiziona i prezzi degli assets. Non solo bitcoin 

 January 2, 2021

By  mariogastaldi

Le grandi istituzioni finanziarie, i fondi che muovono cifre importanti, le “balene”, condizionano il prezzo degli asset che comprano e vendono.
Il modo in cui agiscono è lo stesso dal tempo dei mercati medioevali delle commodities.

Molti lamentano che le mani forti manipolano il mercato. Le mani forti esistono in ogni settore dell’economia e della finanza e fanno i propri interessi e quelli dei propri clienti. Che piaccia o non piaccia, è meglio capire come agiscono.
In questo modo anziché soffrire perché loro “manipolano” il mercato, puoi muoverti insieme a loro.

Si dice anche che le mani forti – lo Smart money – ingegnerizza la liquidità. Un modo per dire che la liquidità necessaria per muovere il prezzo nella direzione desiderata viene generata ad arte.
Vediamo come fanno.

  1. Le mani forti comprano in silenzio evitando di muovere il prezzo. Se immettono ordini troppo grandi in tempi troppo ristretti determinano una crescita del prezzo troppo rapida, contro il loro stesso interesse. Il grande pubblico non si accorge. Questi acquisti passano abbastanza inosservati ai non esperti.
  2. Ad un certo punto il volume di acquisti esercita una pressione crescente sul prezzo, ed inevitabilmente lo spinge in alto. Il grande pubblico – dumb money o parco buoi – si rende conto che il prezzo cresce quando le mani forti vanno completando i loro acquisti a prezzi relativamente bassi e più vantaggiosi per loro. A questo punto i forti rendono noti i loro acquisti. Ne parlano molto. Si sviluppa e si diffonde nel mercato un forte consenso sul fatto che il prezzo sale. Il consenso alimenta altri acquisti facendo crescere il prezzo ancora di più. Alcuni dei forti, forse già in questa fase iniziano a vendere qualcosa, quatti quatti. Altri tengono le posizioni in attesa di vendere a prezzi ancora più alti.
  3. Quando il prezzo è salito secondo gli obiettivi, o in modo comunque sufficiente, inizia la distribuzione. Questa situazione inizia quando si può osservare la crescita quasi verticale del prezzo nei grafici. Si dice che il prezzo è iper-esteso. Alcuni indici daranno dei valore di iper-comprato. In questo momento i forti, lo Smart money iniziano gradualmente a vendere. Di nuovo, iniziano a vendere in modo cauto, per evitare di far crollare il prezzo troppo rapidamente. A chi vendono? Forse vendono a te. Vendono al grande pubblico che non si rende conto della dinamica, e compra, in ritardo, a prezzi alti, altissimi che stanno per scendere parecchio. Alcuni tra gli operatori che appartengono allo smart money possono aprire posizioni short anticipando e accendendo il ribasso.
  4. Il prezzo scende precipitosamente. Lo Smart money ricompra a prezzo più basso dal grande pubblico riottenendo gli stessi titoli, o Bitcoin o asset che avevano venduto ad un prezzo (molto) più alto. Il grande pubblico vende nel panico in perdita, ad un prezzo più basso di quello a cui aveva comprato.
  5. Durante le fasi di questo ciclo il denaro viene trasferito da DUMB MONEY a SMART MONEY.

E si riparte.

Scarica la "Checklist dell'Investitore in Azioni Globali".  Impara come scegliere i titoli azionari che fanno crescere il tuo capitale.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked

{"email":"Email address invalid","url":"Website address invalid","required":"Required field missing"}